Stampa questa pagina

Parchi termali

 

Il Negombo è un parco botanico e idrotermale incastonato nella baia di San Montano a Lacco Ameno . L’acquisto dell’area, che si estende per circa 90.000 metri, e la successiva creazione del parco si debbono al Duca Luigi Silvestro Camerini. L’uomo, umanista e appassionato di viaggi, nel 1946, di stanza ad Ischia, si innamorò di questo angolo di costa ischitana ritenendo che fosse del tutto simile alla stupenda baia di Ceylon, oggi Sri Lanka.

Il giardino, disegnato dal paesaggista Ermanno Casasco, ospita piante provenienti da Giappone, Brasile, Australia e Sud Africa, oltre a tutta una serie di installazioni artistiche di scultori contemporanei. Tra le opere che ornano la struttura, val la pena ricordare l’Arco in Cielo, meglio "Arc - en - ciel", di Arnaldo Pomodoro. La scultura, che si trova in prossimità dei dirupi che disegnano la collina alle spalle della baia, è posta trasversalmente rispetto alla linea del sole, di modo che i rilievi scritti che contornano l’arco, liberamente ispirati ai segni grafici delle antiche civiltà mediterranee, rifrangono i raggi solari, attivando un gioco di luci ed ombre grazie al quale l’installazione cambia sfumatura di colore nel corso della giornata.

Il parco è composto di dodici piscine, più una al coperto nell’attrezzatissimo Centro benessere. L’acqua termale sgorga già alla fonte ad una temperatura di 40°C ed è particolarmente indicata nella cura delle affezioni osteo - articolari. Al riguardo, particolarmente indicati sono i doccioni termali che si trovano lungo il percorso, chiamati Templari, e la grotta di tufo, detta dell’Onphalos, munita di un pozzo termale in cui immergersi e di tre getti d’acqua per docce cervicali. Del Negombo, fa parte anche più della metà dell’arenile della baia di San Montano. La spiaggia, attrezzata con lettini, sdraio ed ombrelloni, è indicata per famiglie con bambini grazie ai bassi fondali del suo mare e alla sua posizione di conca, poco esposta alle variazioni giornaliere dei venti.

All’interno del parco ci sono 3 ristoranti e 3 bar pensati sulle diverse esigenze e gusti dei visitatori. La scelta varia dalla possibilità di mangiare del pesce fresco nel ristorante - terrazza sul mare, al self - service degli altri punti ristoro. Lo stesso per i bar, con una diversificazione dell’offerta che va dalla classica e genuina colazione con cornetto o dolce, al cocktail bar del Negombo che dispone di un’ampia scelta di vini e champagne di pregio.

Il Negombo ospita, da dieci anni, nella seconda metà di maggio, una mostra - mercato di piante e fiori della fascia temperata calda, "Ipomea", con espositori che vengono da tutta Italia al fine di  tenere vivo l’interesse per la botanica, in un bacino potenziale d’utenza, tra l’altro, enorme come la provincia di Napoli e la penisola sorrentina.

Ad agosto, inoltre, il calendario degli eventi serali, tra concerti e spettacoli di cabaret, è molto fitto, con alcuni tra i più grandi protagonisti italiani della musica e della comicità di scena nell’Arena all’aperto del parco.  

Nel periodo invernale resta aperto il Centro Benessere. All’interno, si svolgono anche Corsi di formazione, autorizzati dalla Regione Campania, per l’inserimento nel mondo del lavoro di figure professionali specifiche del settore, come massaggiatori ed estetisti.

Nella stagione estiva, da aprile a ottobre, la tariffa d’ingresso oscilla dai 26 ai 32 euro. Gli orari vanno dalle 09:00 alle 19:00 e non sono previsti giorni di chiusura settimanale.
In inverno, il costo varia dai 10 ai 15 euro. Gli orari vanno dalle 10:00 alle 17:00 e dalle 10:00 alle 14:00 la domenica. Domenica pomeriggio e lunedì la struttura è chiusa.

Per contatti rivolgersi ai numeri di tel. : +39 081 986152,  +39 081 986055.
Fax: +39 081 986342.
Solo d'inverno tel.: 081.986295.
Per contatti via email
scrivere agli indirizzi:
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

Fonte