Stampa questa pagina
Mercoledì, 12 May 2021 16:26

Selezione pubblica, per titoli ed esami per la formazione di una graduatoria di merito da utilizzare per l’assunzione a tempo pieno e determinato di istruttori di vigilanza - cat. C, pos. econ. C1.

IL RESPONSABILE DEL I SETTORE AFFARI GENERALI

Richiamata:

- la delibera di Giunta Municipale n.40 del 28 aprile 2021 con la quale è stato dato atto di indirizzo al fine di predisporre gli atti per indire una selezione pubblica per la formazione di una graduatoria dalla quale attingere per l’assunzione a tempo pieno e determinato per esigenze stagionali e straordinarie di Istruttori di Vigilanza, cat. C, posizione economica C1;

- la classificazione del personale di cui al C.C.N.L. del 31/3/1999;

Visto:

- il D. Lgs. 6/9/2001 n° 368, avente ad oggetto “Attuazione della direttiva relativa all’accordo quadro sul lavoro a tempo determinato”;

-  l’art. 92 del D. Lgs. 18/8/2000 n°267 (T.U.E.L.);

-  il D. lgs. 30/3/2001 n. 165 e ss.mm e i.i., recante “Norme generali sull’ordinamento del lavoro alle dipendenze delle Amministrazioni Pubbliche”;

- il vigente Regolamento Comunale sull’ordinamento degli uffici e dei servizi;

Richiamato il Regolamento comunale sull’accesso agli impieghi, approvato con delibera di G. M. n. 53 del 14/4/2008, successivamente modificato ed integrato con delibera di G. M. n. 81 del 21/12/2012, delibera di G.M. n. 2 del 3/1/ 2017, delibera di G.M.  n. 145 del 05.10.2018 e delibera del Commissario Straordinario n. 14 del 10/12/2019;

In esecuzione della determina del Responsabile del I Settore n. 101  del 12.5.2021 , con la quale è stata indetta la predetta selezione pubblica ed è stato approvato il presente bando;

 

RENDE NOTO

 

Art.1

INDIZIONE DELLA SELEZIONE

 E‘ indetta selezione pubblica per titoli, prova scritta (quiz) e prova orale (colloquio) per la formazione di una graduatoria di merito da utilizzare per assunzioni a tempo pieno e determinato nella categoria di Istruttore - profilo professionale di Istruttori di Vigilanza - “Agente Polizia Municipale” - Categoria C1, secondo il fabbisogno di personale dell’Ente.

Al profilo suddetto è assegnato il trattamento economico previsto dal C.C.N.L. del personale degli Enti Locali per la Categoria C1, nonché indennità di comparto, quote di aggiunta di famiglia, istituti accessori, tredicesima mensilità nelle misure stabilite dalla legge. Gli assegni anzidetti sono soggetti alle ritenute erariali ed assistenziali nelle misure stabilite dalla legge.

Il presente avviso garantisce pari opportunità tra uomini e donne per l’accesso al lavoro, ai sensi della Legge 10.04.1991, n. 125 e de1l’art. 57 del D.Lgs. 30.03.2001, n. 165.

ART. 2

REQUISITI PER L'AMMISSIONE ALLA SELEZIONE

Per l'ammissione alla selezione e all'accesso al successivo rapporto di impiego sono richiesti a pena di esclusione i seguenti requisiti:

- a. Cittadinanza italiana salvo le equiparazioni stabilite dalle leggi vigenti o cittadinanza in uno dei paesi dell’Unione Europea;

- b. Età non inferiore ad anni 18 compiuti alla data di scadenza del termine stabilito nel presente bando di concorso per la presentazione della domanda di ammissione;

- c. Idoneità psico-fisica attitudinale all'impiego ed alle mansioni proprie del profilo professionale dei posti messi a selezione ai sensi della vigente normativa, debitamente certificata ai fini della eventuale immissione in servizio. L’amministrazione si riserva facoltà di sottoporre a visita medica di controllo i vincitori della selezione in base alla vigente normativa;

- d. Posizione regolare nei confronti degli obblighi di leva (solo per i concorrenti di sesso maschile);

- e. Godimento dei diritti civili e politici;

- f. Assenza di condanne penali, di procedimenti penali in corso, interdizione od altre misure che escludono dalla nomina agli impieghi preso gli Enti locali, secondo le leggi vigenti;

- g. Assenza di licenziamenti o dispense dall'impiego presso una pubblica amministrazione per persistente insufficiente rendimento ovvero dichiarati decaduti da un impiego statale per aver prodotto documenti falsi o viziati da invalidità non sanabile ai sensi dell’art.27, lett.d) del T.U. approvato con DPR 10/1/1957, n.3.

- h. Titolo di studio Diploma di istruzione secondaria di secondo grado di durata quinquennale;

- i. Patente di guida cat. B.

REQUISITI PER I CITTADINI DEGLI STATI MEMBRI DELL'UNIONE EUROPEA AMMESSI PER LEGGE ALLA PARTECIPAZIONE A CONCORSI:

- godimento dei diritti civili e politici negli stati di appartenenza o di provenienza;

- possesso, fatta eccezione della titolarità della cittadinanza italiana, di tutti gli altri requisiti previsti per i cittadini della Repubblica (requisiti generali, titolo di studio, requisiti specifici indicati dal bando).

Tali requisiti devono essere posseduti alla data di scadenza del termine utile per la presentazione della domanda di ammissione alla selezione.

I candidati possono essere ammessi alla selezione con riserva.

L'Amministrazione si riserva di disporre in ogni momento con motivato provvedimento l'esclusione dalla selezione per difetto dei requisiti prescritti. L’accertamento della mancanza di uno solo dei requisiti prescritti per l'ammissione alla selezione e per l'assunzione, comporta in qualunque tempo la risoluzione del rapporto di impiego eventualmente costituito.

ART. 3

PRESENTAZIONE DELLE DOMANDE - TERMINI E MODALITA’

Le domande di ammissione devono essere presentate esclusivamente tramite piattaforma telematica, compilando il relativo modulo on line appositamente predisposto, all’indirizzo https://tmconsulting.iscrizioneconcorsi.it, previa lettura del Bando di Selezione.

Per la registrazione sulla piattaforma il candidato deve essere in possesso di e-mail ordinaria personale (non pec) sulla quale riceverà utenza e password per l’accesso al sistema di iscrizione al concorso on-line.

La compilazione della domanda deve essere effettuata secondo le specifiche tecniche rese disponibili sulla piattaforma on-line.

La compilazione della domanda potrà essere effettuata 24 ore su 24 (salvo momentanee interruzioni per manutenzione del sito) da computer collegato alla rete internet e dotato di un browser di navigazione aggiornato tra quelli di maggiore diffusione (Chrome, Explorer, Firefox, Safari) che supporti ed abbia abilitati JavaScript e Cookie. Si suggerisce di effettuare l’iscrizione da PC portatile o fisso, in quanto la compatibilità con i dispositivi mobili (smartphone, tablet) non è garantita.

Si consiglia di effettuare la registrazione e la compilazione per tempo, evitando di presentare la domanda in prossimità della scadenza, in quanto le domande non completate entro il termine indicato non saranno accettate dal sistema.

La data di presentazione in via telematica della domanda di partecipazione alla selezione è certificata dal sistema informatico che, allo scadere del termine utile per la sua presentazione, non permetterà più l’accesso e l’invio del modulo elettronico. Il sistema rilascia il protocollo di presentazione della domanda.

Il mancato rispetto, da parte dei candidati, dei termini e delle modalità sopra indicate per la presentazione della domanda comporterà la non ammissibilità al concorso.

Non verranno prese in considerazione domande trasmesse in forma diversa da quella sopra descritta. Non verranno presi in considerazione eventuali documenti o integrazioni della domanda inviati con modalità diversa da quelle previste dal presente bando.

Si consiglia ai candidati di presentare la domanda in anticipo rispetto al termine ultimo e comunque con adeguati margini di tempo.

La registrazione, la compilazione e l’invio on line della domanda devono essere completati entro e non oltre il termine perentorio di 20 giorni a decorrere dal giorno successivo alla data di pubblicazione del presente bando di selezione all’Albo Pretorio on line del sito internet del comune di Lacco Ameno;

Pertanto, il modulo on line sarà disponibile fino alle ore 23:59 del 03/06/2021.

Per la presentazione della domanda è necessario consultare e seguire le istruzioni riportate nel “MANUALE ISTRUZIONI”, presente sulla piattaforma on line.

La domanda di ammissione al concorso costituisce per il candidato dichiarazione resa sotto la propria responsabilità, ai sensi degli articoli 46 e 47 del D.P.R. n. 445/2000, consapevole delle conseguenti relative sanzioni previste all’art. 76 del citato D.P.R. per le ipotesi di falsità in atti e di dichiarazioni mendaci.

Per la partecipazione alla selezione è previsto il versamento, non rimborsabile, di un contributo di Euro 10,00, da effettuarsi:

- mediante pagamento online con il sistema PAGO PA, accessibile direttamente dal sito istituzionale dell’Ente, sezione Diritti Vari, previa autentificazione con SPID, CNS o CIE;

- su c.c.p. n. 23003809 intestato al Comune di Lacco Ameno (Na) – Servizio di Tesoreria, indicando nella causale “Contributo spese per Selezione Pubblica per titoli ed esami per la formazione di una graduatoria di merito per l’assunzione di Istruttori di vigilanza a tempo pieno e determinato”;

- con bonifico bancario presso la Tesoreria Comunale di Lacco Ameno, Banco di Napoli, Ag. di Lacco Ameno IBAN: IT98 W030 6939 9420 0390 0000 003 indicando nella causale “Contributo spese per Selezione Pubblica per titoli ed esami per la formazione di una graduatoria di merito per l’assunzione di Istruttori di Vigilanza a tempo pieno e determinato”;

Le attività di compilazione e di invio telematico delle candidature dovranno essere completate entro le 23.59.59” del 03/06/2021

Si precisa che l’iscrizione è possibile solo per chi è in possesso dei requisiti di ammissione definiti dal presente bando. A tal proposito i candidati sono consapevoli delle sanzioni penali nel caso di dichiarazione non veritiera e falsità negli atti come previsto dall’art. 76 del D.P.R. 445 del 28/12/2000 e s.m..

L’Amministrazione Comunale di Lacco Ameno non assume responsabilità per eventuali ritardi/disguidi informatici comunque imputabili a fatto di terzi, a caso fortuito o forza maggiore, né per la dispersione di comunicazioni dipendente da inesatte indicazioni del recapito da parte del concorrente, oppure da mancata o tardiva comunicazione del cambiamento dell’indirizzo indicato nella domanda.

Nella compilazione della domanda on-line dovrà essere indicato, ai sensi degli artt. 46 e 47 del D.P.R. 445/2000, quanto segue:

- il cognome, il nome, la data e il luogo di nascita, il codice fiscale, la residenza, il recapito telefonico e l’indirizzo mail, e pec, accompagnato dall’impegno di comunicare per iscritto all’ufficio personale del Comune le eventuali variazioni di indirizzo;

- lo stato civile (per i coniugati va precisato il numero dei figli);

- la cittadinanza italiana;

- il Comune di iscrizione nelle liste elettorali, ovvero i motivi della non iscrizione o della cancellazione dalle liste medesime;

- il godimento dei diritti civili e politici;

- di non aver riportato condanne penali definitive o provvedimenti definitivi del Tribunale (L. 13.12.1999 N. 475) o condanne o provvedimenti di cui alla L. 97/2001 che impediscono, ai sensi delle vigenti disposizioni, la costituzione del rapporto di impiego presso la Pubblica Amministrazione. In caso contrario, dovranno essere dichiarate le condanne riportate (anche qualora si stata concessa amnistia, condono, indulto o perdono giudiziale) e i procedimenti penali eventualmente pendenti, dei quali dovrà essere specificata la natura;

- di non aver subito condanne penali per reati previsti nel capo I del Titolo II del libro II del codice penale, ai sensi dell'art. 35 bis del D.Lgs. 165/2001;

- di non essere stato destituito, dispensato o licenziato dall’impiego presso una pubblica amministrazione per persistente insufficiente rendimento;

- di non essere stato dichiarato decaduto da un impiego statale ai sensi dell’art. 127, 1° comma; lett. D) del testo unico delle disposizioni concernenti lo statuto degli impiegati civili dello Stato, approvato con Decreto del Presidente della Repubblica 10 gennaio 1957, n. 3;

- di avere idoneità fisica all’impiego ed alle mansioni proprie del profilo professionale riferito ai posti a concorso e di essere in possesso dei requisiti psico-fisici di cui al D.M. del 28 aprile 1998 previsti per il porto d’armi;

- la posizione nei riguardi degli obblighi di leva (per i candidati di sesso maschile nati entro il 31/12/1985);

- l’assenza di impedimenti al porto o all’uso delle armi, di non essere obiettori di coscienza, ovvero di non essere contrari al porto o all’uso delle armi e in particolare, per coloro che sono stati ammessi al servizio civile come obiettori, di essere collocati in congedo da almeno cinque anni e aver rinunciato definitivamente allo status di obiettore di coscienza, avendo presentato dichiarazione presso l’Ufficio Nazionale per il Servizio Civile, così come previsto dall’art. 1, comma 1 della Legge 2 agosto 2007, n. 130;

- il titolo di studio posseduto, l'anno scolastico, la scuola presso la quale è stato conseguito e la votazione riportata;

Per i titoli di studio conseguiti all’estero è richiesta la dichiarazione di equivalenza ai sensi della normativa in materia che dovrà essere allegata alla domanda di partecipazione al concorso;

- la conoscenza della lingua inglese;

- di essere in possesso di patente cat.  B, in corso di validità e essere disponibili alla conduzione dei veicoli in dotazione al Corpo di Polizia locale;

- di avere buona conoscenza delle apparecchiature e delle applicazioni informatiche più diffuse;

- di aver preso visione integrale dell’avviso di selezione e di accettare incondizionatamente tutte le norme contenute nella selezione e nel regolamento comunale per l’accesso agli impieghi, nonché le eventuali modifiche che vi potranno essere apportate;

- di autorizzare al trattamento dei dati personali finalizzato alla gestione della procedura concorsuale e agli adempimenti conseguenti;

- di avere piena conoscenza e di accettare che il servizio da prestare sarà articolato su 36 ore settimanali da svolgersi con le modalità di turnazione stabilite dal Comandante della Polizia Municipale in orario diurno/serale/ notturno feriale e festivo;

- l’accettazione senza riserve delle norme contenute nel presente bando, dei regolamenti e di tutte le condizioni stabilite dallo stato giuridico e dal trattamento economico vigente per i dipendenti del Comune di Lacco Ameno e relative modifiche nonché del Codice di comportamento;

- la dichiarazione di consenso al trattamento dei dati personali, ai sensi della Legge 196/2003 per l’espletamento della procedura concorsuale e per l’eventuale assunzione;

- il possesso di uno dei titoli che conferiscono eventuali diritti di precedenza o preferenza nella nomina, a parità di punteggio, ai sensi dell’art. 5 del D.P.R 9 maggio 1994 n. 487.

ATTENZIONE!

Dopo aver completato la procedura di compilazione, il candidato dovrà effettuare la stampa della domanda, la quale, debitamente sottoscritta con firma autografa o con firma digitale, dovrà essere allegata alla piattaforma per concludere l’iter di iscrizione. Al termine della procedura il candidato riceverà una e-mail di conferma di avvenuta iscrizione. Senza l’arrivo della mail di avvenuta iscrizione la procedura NON è conclusa.

ALLA DOMANDA DI AMMISSIONE DEVONO ESSERE ALLEGATI NELLE APPOSITE SEZIONI DELLA PIATTAFORMA:

- i titoli di servizio nel profilo cat. C o superiori nell’ambito della Pubblica Amministrazione mediante autocertificazione attestante il periodo di servizio in posti uguali di cat. C o superiore e l’Ente dove è stato prestato il servizio;

- copia fronte e retro di un proprio documento di identità in corso di validità, ai sensi dell’art.38, comma 3, D.P.R. n. 445/2000;

- copia della ricevuta di versamento del contributo di partecipazione alla selezione pubblica;

- copia del Curriculum Vitae (firmato) del candidato in formato europeo.

L’omesso versamento della tassa di concorso entro il termine di presentazione della domanda comporta l’esclusione dalla selezione.

Sono sanabili entro termini di svolgimento del procedimento di selezione, le seguenti irregolarità ed omissioni inerenti le domande ed i documenti di rito:

  1. omissione, incompletezza o irregolarità di formulazione di una o più dichiarazioni richieste, se tali requisiti non possono essere desunti altrove, ad eccezione di quelle la cui mancanza comporta l'esclusione dalla selezione;

  2. mancata acclusone della ricevuta comprovante l'avvenuto versamento della tassa di partecipazione, a condizione che il versamento sia stato effettuato entro i termini di scadenza di presentazione delle domande di  partecipazione  alla selezione;

L'amministrazione comunale ha facoltà di invitare il candidato attraverso convocazione con lettera raccomandata con ricevuta di ritorno, o PEC o con altro mezzo ritenuto idoneo, alla regolarizzazione della domanda entro il termine fissato dal Responsabile competente.

La mancata regolarizzazione della domanda da parte del candidato entro i termini assegnati comporta l'esclusione dalla selezione.

In caso di dubbi sui requisiti di ammissione, o sulle dichiarazioni rese, sia nell’interesse del candidato, sia nell’interesse generale al corretto svolgimento delle prove, l’Ente dispone l’ammissione alla prima prova con riserva. Lo scioglimento della riserva è subordinato alla verifica dell’effettivo possesso dei requisiti.

Qualsiasi altra omissione o irregolarità non contemplata nell'elenco sopra indicato comporta l'esclusione dalla selezione.

Non è comunque sanabile e comporta l’esclusione dalla procedura selettiva l’invio della domanda di partecipazione mediante procedure diverse da quelle previste dal presente bando,

ART.4

AMMISSIONE DEI CANDIDATI.

All'ammissione dei candidati si procederà a seguito dell'analisi delle domande di partecipazione presentate entro i termini di cui all’art 3 del presente bando di selezione, verificando il solo possesso dei requisiti richiesti immediatamente rilevabili nella stessa. E' fatta salva la facoltà dell’Ente di disporre l’ammissione con riserva, nel rispetto di quanto disposto dal vigente regolamento.

L'ammissione o l’eventuale esclusione dei candidati al concorso pubblico verrà comunicata mediante pubblicazione sul sito Internet dell’Ente all’indirizzo www.comunelaccoameno.it (sezione "AVVISI"), pertanto sarà a cura di ogni singolo candidato l’onere dell’informazione.

L’Amministrazione può inoltre disporre l’ammissione con riserva dei candidati per i quali si rendano necessarie integrazioni o perfezionamenti delle istanze di ammissione presentate che, a seguito di istruttoria, risultino incomplete o comunque caratterizzate da irregolarità sanabili; allo stesso modo si procede nei casi in cui sorgano dubbi sul possesso dei requisiti di ammissione: in quest’ultimo caso lo scioglimento della riserva viene subordinato alla verifica dell’effettivo possesso dei requisiti richiesti. L’ammissione con riserva sarà comunicata con le stesse modalità previste per l’ammissione. L’integrazione dovrà essere sottoscritta e consegnata prima dell’effettuazione della preselezione e in caso quest’ultima non fosse espletata prima della 1^ prova scritta.

L'eventuale revoca del bando potrà essere disposta prima dell'ammissione   dei   candidati e verrà data apposita comunicazione esclusivamente attraverso il sito Internet dell’Ente all’indirizzo www.comunelaccoameno.it (sezione "Avvisi").

ART. 5

VALUTAZIONE DEI TITOLI

Per i titoli posseduti dai candidati la commissione ha a disposizione un punteggio massimo complessivo di 10 punti, secondo il seguente dettaglio:

TITOLI DI STUDIO - fino ad un massimo di punti 4 così ripartiti:

per il titolo di studio richiesto per l’accesso alla categoria: fino ad un massimo di punti 4 attribuiti in maniera proporzionale alla votazione conseguita così come di seguito specificato:

Titoli espressi in sessantesimi

Titoli espressi in centesimi

Punteggio

da 36 a 42

da 60 a 70

1,0

da 43 a 48

da 71 a 80

2,0

da 49 a 54

da 81 a 90

3,0

da 55 a 59

da 91 a 99

3,5

60

100

4,0

Nessun particolare punteggio sarà attribuito ai titoli di studio superiori a quello richiesto per l’ammissione, titoli che saranno valutati tra i titoli vari.

TITOLI DI SERVIZIO - fino ad un massimo di punti 4 così ripartiti:

ogni mese o frazione superiore a 15 giorni di servizio presso pubbliche amministrazioni in posti uguali di cat. C o superiori punti 0,20;

CURRICULUM PROFESSIONALE – fino ad un massimo di punti 1.

Nel curriculum formativo e professionale, sono valutate le attività professionali e di studio, formalmente documentate, non riferibili ai titoli già valutati nelle precedenti categorie.

Tali attività sono valutabili, secondo i criteri stabiliti dalla commissione e nei limiti del complessivo punteggio riservato alla relativa categoria, purché attinenti all’ambio di attività o, comunque, alla posizione funzionale del posto a concorso.

In tale categoria rientrano, in linea di massima, gli incarichi professionali svolti presso pubbliche amministrazioni, la partecipazione a congressi, convegni, corsi di specializzazione, aggiornamento, seminari inerenti all’attività del posto a concorso, anche come docente o relatore, nonché gli incarichi di insegnamento conferiti da enti pubblici.

TITOLI VARI – fino ad un massimo di punti 1:

Nella categoria dei titoli vari sono valutati, a discrezione della commissione e nei limiti del complessivo punteggio a tale categoria riservato, tutti gli altri titoli che non siano classificabili nelle categorie precedenti.

Si consiglia di allegare copia delle certificazioni dei titoli alla domanda di partecipazione, in particolare con riferimento al curriculum formativo. Qualora il possesso degli stessi sia dichiarato, dalla dichiarazione stessa devono risultare tutti gli elementi necessari alla valutazione dei titoli ai sensi dei citati articoli, in mancanza dei quali non verrà effettuata la valutazione.

La commissione attribuisce a ciascun candidato ammesso il punteggio relativo ai titoli dopo la prova scritta e prima della prova orale. 

ART. 6

PRESELEZIONE

Qualora il numero dei candidati ammessi sia superiore a 50 (cinquanta), verrà effettuata una preselezione da svolgersi attraverso quiz a risposta multipla il cui contenuto è da riferirsi ad argomenti di cultura generale e/o attitudinali;

La Commissione, per l’organizzazione della prova preselettiva e per la correzione dei test oggetto della predetta prova potrà essere coadiuvata da esperti o società specializzate nello svolgimento di tali tipi di selezione.

La prova di preselezione servirà esclusivamente a determinare il numero dei candidati ammessi alle prove scritte; il relativo esito non costituisce punteggio, né elemento aggiuntivo di valutazione nel prosieguo del concorso. La mancata presentazione del concorrente alla prova di preselezione ne comporterà l’esclusione dal concorso.

Al termine della prova preselettiva, verrà stilata una graduatoria in base al punteggio conseguito.

I candidati classificati utilmente nei primi trenta posti della graduatoria della prova preselettiva saranno ammessi a partecipare alla prima prova scritta, che potrà aver luogo nella medesima giornata delle preselezioni. I candidati ammessi dovranno presentarsi, con le modalità indicate all’articolo precedente, senza necessità di alcuna notifica o comunicazione scritta.

I candidati classificati a pari merito al trentesimo posto, ultimo posto utile ai fini della preselezione, saranno tutti ammessi alla prova scritta. I candidati classificatisi oltre il trentesimo posto non saranno ammessi alle prove scritte, con esclusione dal concorso.

ART. 7

PROVE D’ESAME

Le prove d’esame sono le seguenti:

1° Prova scritta (Quiz)

La prova consiste in domande a risposta multipla sulle materie di seguito riportate miranti ad accertare la qualificazione professionale:

  • Cultura generale;

  • Elementi di Diritto Costituzionale e Amministrativo con particolare riferimento all’ordinamento delle autonomie locali, nozioni di ordinamento comunale, poteri e funzioni del Sindaco e dei responsabili degli Uffici e dei Servizi (D. Lgs. 267/2000) e al procedimento amministrativo (L. 241/90) e s.i. e m.;

  • Elementi di Diritto e Procedura Penale, con particolare riferimento agli atti e all’attività di Polizia Giudiziaria;

  • Norme sulla Circolazione Stradale e attività di infortunistica stradale;

  • Testo Unico delle leggi di Pubblica Sicurezza;

  • Normativa in materia di Depenalizzazione e gestione dei procedimenti sanzionatori amministrativi;

  • Normativa sul Commercio, Pubblici Esercizi e Polizia Amministrativa;

  • Normativa in materia di tutela dell’ambiente e in materia urbanistico/edilizia, con particolare riferimento all’attività edilizia ed ambientale;

  • Normativa in materia di applicazione dei regolamenti e delle ordinanze comunali;

  • Normativa nazionale, e regionale in materia di Polizia Municipale;

  • Diritti, doveri e responsabilità del pubblico dipendente, elementi di informatica;

Per la valutazione della prova scritta, la commissione dispone di 30 punti. Essa si intende superata qualora il candidato riporti una votazione non inferiore a 21/30(ventuno/trentesimi), precisando che per ogni risposta esatta sarà attribuito punti 1, per ogni risposta omessa o errata punti 0.

Per la realizzazione della prova scritta, la Commissione esaminatrice del concorso, sia per quanto riguarda l’organizzazione che la correzione dei test potrà avvalersi di sistemi informatizzati (lettori ottici, ecc.) e potrà essere coadiuvata da esperti o società specializzate nell’organizzazione di tali tipi di selezione.

2° Prova Orale – Colloquio

Il colloquio al quale parteciperanno tutti i concorrenti che avranno superato la precedente prova scritta con almeno 21/30 verterà sulle medesime materie oggetto della prova scritta e sulla storia e monumenti dell’isola d’Ischia con particolare riferimento alla toponomastica, storia e monumenti del Comune di Lacco Ameno.

Saranno ritenuti idonei i candidati che, a discrezione insindacabile degli esaminatori, avranno conseguito nel colloquio, almeno 21/30 (ventuno/trentesimi).

ART. 8

CALENDARIO DELLE PROVE

L’eventuale preselezione viene sin d’ora fissata per il giorno 08/06/2021 alle ore 10,30

La 1° prova scritta viene sin d’ora fissata per il giorno 08/06/2021 alle ore 15,00. Nel caso in cui alla data e all’ora fissata per lo svolgimento della preselezione di cui all’art. 6 si presentino 50 o meno di 50 candidati, la 1° prova scritta (quiz) si svolgerà alle ore 10,30 dell’8 giugno 2021.

La 2° prova orale viene sin d’ora fissata per il giorno 11 giugno 2021 alle ore 10,00.

I candidati ammessi dovranno presentarsi alla preselezione e alle prove scritta e orale muniti di valido documento di riconoscimento, a pena di esclusione, alle predette date ed orari senza necessità di notifiche da parte del Comune di Lacco Ameno, che si limiterà ad indicarne la sede di svolgimento mediante avviso che verrà pubblicato all’Albo Pretorio online e sul sito istituzionale dell’Ente www.comunelaccoameno.it.; pertanto sarà a cura di ogni singolo candidato l’onere dell’informazione.

Tale forma di pubblicità costituisce notifica ad ogni effetto di legge.

Saranno ammessi a sostenere la prova orale (colloquio), esclusivamente i candidati che avranno risposto esattamente conseguendo una votazione non inferiore a 21/30(ventuno/trentesimi) nella prova scritta, nel tempo stabilito dalla commissione giudicatrice, ricordando che alle risposte esatte verrà assegnato punti uno, alle omesse ed errate punti zero. Considerati i tempi ristretti di gestione del procedimento ai candidati sarà data comunicazione, mediante pubblicazione all’Albo Pretorio on-line consultabile sul sito internet dell’Ente, dell’avvenuta ammissione o dell’esclusione alla prova orale, con l’indicazione del voto riportato nella prova scritta.

ART. 9

Commissione esaminatrice

La commissione esaminatrice della selezione sarà nominata dopo la scadenza del termine per la presentazione delle domande con Determinazione del Responsabile Unico del Procedimento formata da due esperti e dal Presidente, e assistita da un segretario verbalizzante individuati e nominati con le modalità ed i criteri stabiliti dall’art. 26 del Regolamento Comunale sull’accesso agli impieghi.

Salvo motivata impossibilità, almeno uno dei tre componenti della commissione deve essere di sesso femminile, in conformità a quanto previsto dall’art. 9, comma 2, del D.P.R. n. 487/94.

ART. 10

GRADUATORIA

Al termine delle prove d’esame la Commissione Esaminatrice elaborerà la graduatoria di merito, sommando il punteggio del voto conseguito nella prova/e scritta/e, nel colloquio (prova orale) con quello dei titoli e la relativa graduatoria finale di merito sarà approvata secondo l’ordine dei punti riportati nella votazione complessiva.

La graduatoria di merito finale, approvata con determina del Responsabile della procedura di selezione, è immediatamente efficace e rimane valida per la durata prevista dalla legge a decorrere dalla data di pubblicazione del provvedimento all’Albo Pretorio on-line, fatte salve successive disposizioni normative in materia, e potrà essere utilizzata per eventuale assunzione a tempo determinato di soggetti dichiarati idonei.

L’amministrazione durante il periodo di vigenza della graduatoria, per ogni esigenza di assunzione annuale, si riserva di utilizzare la stessa graduatoria mediante successive chiamate con le seguenti modalità:

- a. gli idonei che avranno espletato già il servizio nel periodo di vigenza della graduatoria, per ciascun anno solare, potranno essere richiamati ripartendo sempre da quelli con punteggio più alto.

- b. gli idonei che rifiutano e/o rinunciano alla presa in servizio per motivi di lavoro, di salute o per altre assenze obbligatorie conservano il diritto ad essere interpellati nuovamente in caso di successive necessità;

- c. gli idonei che rifiutano e/o rinunciano alla presa in servizio per motivi diversi da quelli citati al punto b, o una volta assunti interrompano il rapporto di lavoro saranno cancellati dalla graduatoria approvata;

La graduatoria finale di merito potrà essere utilizzata da parte dei comuni limitrofi, che ne facciano formale richiesta, per assunzioni a tempo determinato.

ART. 11

TITOLI CHE DANNO DIRITTO ALLA PRECEDENZA A PARITA’ DI MERITO

A parità di punteggio le categorie di cittadini che hanno diritto alla preferenza sono quelle indicate all’art. 5 – comma 4 del D.P.R. n. 487/94. L’appartenenza ad una delle suddette categorie deve essere, a pena di irrilevanza, dichiarata nella domanda di partecipazione alla selezione.

I titoli predetti saranno verificati prima della data dell’eventuale assunzione.

Nell’ulteriore caso in cui i candidati al termine della prova selettiva abbiano riportato lo stesso punteggio, risultante dalla valutazione della prova scritta, colloquio e dei titoli, ai fini della formazione della graduatoria prevale il candidato che:

-   ha numero di figli a carico, indipendentemente dal fatto che sia coniugato o meno;

-   ha prestato servizio presso il Comune di Lacco Ameno;

-   ha la più giovane età.

ART. 12

ASSUNZIONI

L’Amministrazione si riserva in ogni caso di non procedere ad alcuna assunzione.

Le eventuali chiamate per le assunzioni a termine previste dal presente bando saranno effettuate nel numero stabilito in base alle esigenze dell’Amministrazione ed agli indirizzi formulati dalla Giunta Comunale, secondo l’ordine iniziale della graduatoria finale di merito per ogni anno di riferimento.

Il candidato collocatosi utilmente in graduatoria dovrà presentarsi per la stipulazione del contratto individuale di lavoro nel giorno indicato dal Comando di Polizia municipale al momento della comunicazione, pena la decadenza dall’assunzione e cancellazione dalla graduatoria.

Prima della stipulazione del contratto di lavoro dovranno essere presentati i documenti comprovanti il possesso dei requisiti previsti dalla selezione per l'assunzione, che formeranno oggetto di specifica richiesta.

L'amministrazione si riserva di sottoporre a visita medica di controllo da parte di un sanitario di sua fiducia o di un Collegio Medico da essa nominato, i candidati utilmente collocati nella graduatoria di merito ed escludere, a suo insindacabile giudizio, quelli che non risultassero idonei alle mansioni proprie del posto messo a selezione.

ART. 13

ORARIO DI LAVORO

I candidati utilmente collocatisi in graduatoria e chiamati a stipulare il contratto di assunzione, a tempo determinato saranno impiegati ad espletare mediamente 36 ore lavorative settimanali prioritariamente nella fascia oraria (serale-notturna) di maggiore necessità di servizio.

ART. 14

TRATTAMENTO ECONOMICO

Per le eventuali assunzioni a tempo determinato di cui al presente avviso, sarà attribuita la retribuzione lorda iniziale (comprensiva della tredicesima mensilità, trattamento economico accessorio ed assegno per il nucleo familiare se ed in quanto dovuti) così come stabilita, all’atto dell’eventuale assunzione, dal CCNL vigente, per la posizione economica C/C1, in proporzione all’orario di lavoro ed al tempo dell’assunzione.

ART. 15

INFORMATIVA   SUL TRATTAMENTO DEI DATI PERSONALI

In ottemperanza a quanto disposto dal D.lgs. n. 196 del 30.06.2003 e dalle successive modifiche ed integrazioni, i dati personali forniti dai concorrenti ovvero raccolti dall’Amministrazione saranno trattati  esclusivamente  per  le  finalità  di gestione della selezione pubblica e successivamente per  le pratiche  inerenti  la gestione  del  rapporto  di  lavoro.  Il  trattamento sarà effettuato sia con strumenti cartacei sia con supporti informatici a disposizione degli uffici, in  modo  da  garantirne  la sicurezza e la riservatezza. Il conferimento di tali dati è obbligatorio per la partecipazione alla procedura selettiva,  pena l'esclusione dalla stessa. 

Le medesime informazioni saranno comunicate al personale dipendente dell'Amministrazione Comunale coinvolto nel procedimento, ai membri della Commissione Esaminatrice, ed eventualmente ad altri Enti che facciano richiesta della graduatoria per assunzioni a tempo determinato.

Si fa presente che sottoscrivendo la  domanda  di  partecipazione  il  candidato  acconsente  al  trattamento  dei  propri  dati  personali per le finalità legate all'espletamento della procedura selettiva (ivi compresa la pubblicazione  all’Albo e/o  al  sito  Internet delle risultanze delle prove).

L'interessato gode dei diritti stabiliti nel citato decreto, tra i quali il diritto di accesso ai dati che lo riguardano , il diritto di chiederne  l 'aggiornamento,  la  rettifica  ovvero,  quando  vi  ha  interesse, l'integrazione  dei  dati, la cancellazione,   la trasformazione in forma anonima o  il  blocco  dei  dati  trattati  in  violazione  di  legge,  nonché  di  opporsi  al  loro  trattamento per motivi  legittimi.

Tali diritti potranno essere fatti valere nei confronti del Comune di Lacco Ameno, in qualità  di  titolare  del trattamento. 

Il responsabile del trattamento è il Responsabile del I Settore Affari Generali – Servizio Risorse UMane.

ART. 16

COMUNICAZIONE  AI SENSI  DELLA  LEGGE N. 241 DEL  07.08.1990

La comunicazione di avvio del procedimento, ai sensi dell'art. 7 della Legge n. 241 del 07.08.1990 e successive modificazioni, si intende realizzata con la pubblicazione del presente avviso ed il procedimento stesso avrà avvio  a decorrere dalla data di scadenza prevista per la presentazione delle domande di  partecipazione .

Ai sensi dell'art. 8 della richiamata legge, inoltre, si informa che il responsabile unico del procedimento è la Dott.ssa Lucrezia Galano e che gli atti possono essere visionati presso il I Settore. Per eventuali chiarimenti od informazioni, i concorrenti potranno rivolgersi al Responsabile del I Settore Affari Generali – Servizio Risorse Umane del Comune di Lacco Ameno tramite e-mail all’indirizzo Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo..

 Il procedimento si concluderà entro i termini previsti per legge.

La tutela giurisdizionale si attua davanti al Tribunale Amministrativo Regionale Campania.

ART. 17

NORME FINALI

La presentazione della domanda di partecipazione alla selezione vale come accettazione di tutte le condizioni previste dal bando medesimo e dal Regolamento sull’Ordinamento degli Uffici e dei Servizi del Comune di Lacco Ameno.

L’Amministrazione comunale si riserva la facoltà, con provvedimento motivato e per motivi di pubblico interesse, di prorogare o riaprire i termini di scadenza per la presentazione delle domande di ammissione alla selezione o di revocare la selezione bandita.

Per quanto non espressamente disciplinato dal bando di selezione si deve fare riferimento alle leggi vigenti in materia di accesso agli impieghi civili delle Amministrazioni.

Per ogni eventuale informazione e per ritirare copia del bando di selezione e relativo allegato gli aspiranti potranno consultare il sito internet del comune di Lacco Ameno all’indirizzo www.comunelaccoameno.it;

- Il presente bando e la domanda di ammissione sono pubblicati per 20 (venti giorni), mediante affissione all’Albo Pretorio on-line del comune di Lacco Ameno, ed altresì disponibili nel Sito Web del Comune: www.comunelaccoameno.it .

 

Il Responsabile del Settore Affari Generali

avv. Lucrezia Galano

 

AVVISO PROT. 4933 del 12.5.2021