Cartella esattoriale errata PDF Stampa E-mail


Può essere chiesto l'annullamento del procedimento presso l'ufficio contravvenzioni dell'Ente procedente, il quale avrà cura di informare l'esattoria.
A ciò si può procedere anche via fax, inviando acclusi alla richiesta, la cartella e le ricevute di pagamento.L'ufficio contravvenzioni vi consegnerà o invierà via fax il discarico di servizio, che dovrete conservare per cinque anni, a partire dalla data di notifica della cartella.
Nel caso si renda necessario inviare tramite fax note, istanze e richieste di annullamento, deve esservi allegata la fotocopia di un documento di identità e segnalato l'indirizzo ed il proprio recapito telefonico.
Occorre inoltre verificare sempre, anche qualora la sanzione risulti pagata, se il pagamento è avvenuto nel termine di 60 giorni dalla data di notifica del verbale o se si sia pagata una cifra inferiore.
In questi casi la cartella va pagata poiché è previsto per legge un raddoppio della sanzione.
Qualora riteniate di non essere tenuti al pagamento della sanzione in quanto relativa ad un veicolo non di vostra proprietà o che vi sia stato rubato, o, perché non avete ricevuto la notifica della contravvenzione, potete presentare o inviare anche via fax all'ufficio contravvenzioni un'istanza, dichiarando i motivi per i quali richiedete l'annullamento, oppure potete presentare entro 30 giorni ricorso al giudice di pace per importi inferiori a 15493.71 euro, e al Tribunale di Napoli per importi superiori a tale cifra..
Per non effettuare il pagamento mentre il ricorso è in esame è necessario richiedere esplicitamente la sospensione del pagamento.
Se sono trascorsi 5 anni dalla data della notifica del verbale o della contestazione immediata la contravvenzione si prescrive, quindi non occorre effettuare il pagamento ma chiedere la chiusura del procedimento all'ufficio contravvenzioni, che provvederà ad informare l'esattoria.
La prescrizione non scatta automaticamente in quanto non è rilevabile d'ufficio.
Sarà quindi cura dell'interessato, farla valere, segnalando all'amministrazione la data della notifica della cartella esattoriale.
Se si utilizza il fax, occorre inviare la busta con la data di notifica della cartella esattoriale, copia di un documento di identità e la domanda di annullamento della contravvenzione in quanto prescritta, indicando il numero del verbale.